Presentazione

Essere aggiornati sulle questioni di sicurezza e, soprattutto, sicurezza delle e nelle scuole, è importante. Per questo Cisl Scuola Lombardia ha ritenuto utile approntare uno strumento di facile consultazione per avere a portata di mouse tutta la normativa essenziale.

Specifice sezioni di questo strumento web offrono approfondimenti con rinvii alla normativa.

Un impegno caratterizza i nostri operatori: aggiornare costantemente questo supporto web perchè sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e nelle scuole sono questioni importanti.

 

CERCA

Milano: nasce il Museo Permanente sulla Sicurezza

Una mostra che ha fatto colpo: e così Milano oggi vanta un nuovo spazio di conoscenza per i più giovani dove apprendere etica e diritti collegati al mondo del lavoro.

Avrebbe dovuto essere solo una "temporanea" ma il valore dei messaggi che porta avanti e la curiosità delle opere che espone l'hanno fatta diventare una "permanente". È l'iter compiuto dalla mostra "Senza pericolo, costruzioni e sicurezza" che dalla Triennale di Milano trasloca negli spazi dell'Istituto tecnico industriale Carlo Bazzi di via Cappuccio 2: sia chiaro, non si tratta di una retrocessione, ma, al contrario, di un'occasione per premiare un progetto che ha avuto fin dalle sue origini intenti di natura prevalentemente "didattica".

E chi, dunque, meglio di una scuola può diventare sede e teatro di museo stabile dedicato ai temi dell'etica del lavoro e della sicurezza?

Divulgare tra i giovani studenti una nuova cultura della sicurezza del lavoro e dei sui luoghi. Questo l’obiettivo del trasferimento  della mostra “Senza Pericolo, Costruzioni e Sicurezza” dalla Triennale di Milano agli spazi dell’Istituto Tecnico Industriale “Carlo Bazzi” di via Cappuccio 2.  Un’esposizione che, nelle intenzioni degli organizzatori, Comune di Milano e Fondazione Triennale, ha l'intento di creare il primo Museo Permanente della Sicurezza. 

“Da una mostra nasce oggi un Museo: un percorso di conoscenza dedicato ai più giovani per far nascere e diffondere tra gli studenti una nuova etica del lavoro e della sicurezza, raccontando il lavoro con gli occhi dei lavoratori, dei datori di lavoro, dei progettisti e dei cittadini. Si tratta di un progetto culturale in sintonia con le azioni condotte dall'Amministrazione comunale con le parti sociali, per divulgare una nuova cultura delle condizioni di salute e sicurezza nei cantieri e luoghi di lavoro". Così l’assessore alle  Politiche del Lavoro Cristina Tajani ha commentato l'iniziativa.

Grazie al nuovo allestimento, gli studenti, le famiglie e i visitatori potranno conoscere e scoprire  l’importanza di vivere in un ambiente sicuro in tutte le sue declinazioni: da un territorio protetto da sismi, alluvioni e calamità naturali, alle infrastrutture affidabili. E ancora: dalle città più “smart”, dove gli edifici pubblici e privati sono un presidio di sicurezza per gli abitanti, agli ambienti di lavoro e domestici sicuri e protetti contro gli incidenti.

Un percorso espositivo che si snoda sui due piani della scuola, che racconta relazioni tra il mondo delle costruzioni e i temi della sicurezza, a partire dall’originale significato, già presente nella trattatistica architettonica classica, espresso nel concetto di “sine periculo”, ovvero l’assicurazione che il progettista e il committente dell’opera edilizia si assumono il rischio di incidenti per chi lavora alla sua realizzazione, per i futuri abitanti e per l’ambiente circostante.

Il nuovo allestimento sarà una vetrina a disposizione degli alunni, delle famiglie e dei visitatori che vedranno da vicino e toccheranno con mano l'importanza di un ambiente sicuro: nel terzo millennio non è più ammissibile vivere in un Paese in cui a ogni scossa sismica le case rischiano di sgretolarsi, in cui in caso di alluvione le strade rischiano di essere sommerse da tonnellate di fango, in cui centinaia di operai muoiono nello svolgimento delle loro mansioni senza essere muniti della necessarie dotazioni. 

L'istituto Carlo Bazzi, fondato a Milano nel 1872, rappresenta una realtà unica nel panorama della formazione tecnica italiana: la scuola primaria è infatti gestita da un Ente morale senza fini di lucro al cui interno concorrono Assimpredil Ance, i sindacati di categoria, il Comune e la Provincia di Milano, la Camera di Commercio, il Collegio dei periti industriali e l'Esem.

Categorie: